Startseite » L’ABC della sostenibilità

La strategia per lo sviluppo sostenibile della melicoltura altoatesina

Nell’autunno del 2019 è stato convocato un gruppo eterogeneo e numeroso di stakeholder interni ed esterni allo scopo di approfondire con regolarità il programma e i contenuti delle tematiche relative alla sostenibilità. A questo gruppo hanno preso parte le seguenti organizzazioni, in ordine alfabetico, con i rispettivi rappresentanti:

  • AGRIOS: Harald Weis
  • ALS: Stefan Pircher
  • Bioland: Toni Riegler, Reinhard Verdorfer
  • Fruttunion: Martin Siller
  • Ass. prov. Agr.: Peter Möltner
  • Plenum: Alfred Strigl, Sylvia Brenzel
  • Consorzio Mela Alto Adige: Anna Oberkofler, Claudia Klammsteiner
  • SBB: Ulrich Höllrigl, Siegfried Rinner
  • SBR: Manuel Santer, Robert Wiedmer
  • SOV: Georg Theiner
  • succus.: Michael Mühlberger
  • VOG: Georg Kössler, Walter Pardatscher
  • VIP: Thomas Oberhofer, Martin Pinzger
  • C. S. Laimburg: Michael Oberhuber, Walter Guerra

Sotto la guida specialistica del dott. Alfred Strigl e della dott.ssa Sylvia Brenzel (entrambi dell’agenzia di consulenza Plenum), nel periodo tra l’autunno 2019 e la primavera 2020 si sono tenuti 4 workshop della durata di un’intera giornata ciascuno. Nel frattempo si sono succeduti diversi incontri di coordinamento bi- e multilaterali, dedicati soprattutto ai temi e agli hotspot più impegnativi. Inizialmente, il processo prevedeva l’individuazione delle tematiche e la loro priorizzazione, seguite dalla definizione di un’adeguata procedura di sistematizzazione e di appropriati pacchetti di misure. Infine, per gli ultimi ritocchi, la strategia è stata analizzata ancora una volta da tutti i partecipanti e perfezionata dal punto di vista linguistico. La pandemia da Covid-19 ha complicato il percorso – soprattutto gli incontri personali sono stati ridotti allo stretto necessario – ma in ognuna delle videoconferenze organizzate si percepivano chiaramente l’entusiasmo e la motivazione. Sì, lo sappiamo che ora abbiamo davanti a noi un programma ambizioso con dieci importanti pacchetti di misure. E sappiamo anche che per riuscire nel nostro intento sono necessari, per diversi anni, tanto impegno, tanta solerzia e tanta dedizione. Già oggi pianifichiamo e articoliamo – sulla base della strategia sustainapple – l’evoluzione del consorzio nei prossimi 5 anni. Ma in questo cammino non siamo soli: fin dall’inizio abbiamo coinvolto i nostri partner e li abbiamo resi import-anti co-operatori e co-gestori. Così, in 5 dei 10 pacchetti di misure, diverse organizzazioni di partenariato figurano corresponsabili della loro realizzazione concreta. Questo è un importante tratto distintivo di questa moderna ed istruttiva strategia. Ora si richiede la collaborazione attiva e fattiva di tutti. Proprio al momento del primo avvio dell’applicazione nella pratica è necessario poter contare sullo slancio, sulla motivazione e sull’impegno che derivano dalla fase preliminare. Nel corso del primo anno vogliamo affrontare già 4 dei 10 campi d’azione e raggiungere le prime pietre miliari. Sappiamo bene che il futuro nostro e quello dei nostri figli è in mano alla generazione di oggi. Il nostro programma di sostenibilità sustainapple ci mostra la strada giusta. Affrontiamola tutti insieme!

piú [+] meno [-]

Introduzione

L’universo dello sviluppo umano e sociale nasconde tante sfide. Si tratta di gestirle e superarle. Per riuscirci abbiamo bisogno di avere una visione chiara e obiettivi importanti. Lo sviluppo sostenibile è certamente uno di questi. Tutto il mondo aspira a diventare più sostenibile, più rispettoso della natura e più consapevole, più giusto dal punto di vista sociale e più equo per quanto riguarda l’aspetto economico. Questo si legge in tutti i documenti significativi dei nostri tempi.

Con sustainapple, la strategia di sostenibilità della melicoltura altoatesina, ci presentiamo con lo sguardo rivolto al futuro e con grande senso di consapevolezza per quanto concerne l‘innovazione. Abbiamo formulato la nostra visione per i prossimi anni in nove obiettivi, “L’ABC della sostenibilità”. I tre principali campi d’azione sono “La melicoltura altoatesina, un modello di successo per tutto il mondo”, “Nutrire tutti con alimenti sani” e “La natura come partner”. Per ognuno dei tre ambiti abbiamo selezionato tre obiettivi di fondo e abbiamo elaborato adeguati pacchetti di misure concrete nei quali la sostenibilità in tutte le sue sfaccettature arriva all’uomo e alla natura in modo efficace. Consideriamo tutto ciò come il nostro contributo al raggiungimento degli obiettivi globali di sostenibilità. Sustainapple è una strategia moderna e innovativa di sostenibilità, sostenuta, perfezionata e di cui si prendono cura molte e diverse istituzioni. Dietro la strategia per lo sviluppo sostenibile della melicoltura altoatesina non c’è un unico imprenditore. Sono tante le imprese, le organizzazioni e le persone che hanno individuato e definito obiettivi e misure comuni. Tutti apportano un contributo fondamentale nell’ambito delle loro attività e possibilità. Solo da una simile cooperazione può evolvere una frutticoltura sostenibile e orientata al futuro. In questa sede vorremmo ringraziare sentitamente tutti coloro che hanno partecipato attivamente all’elaborazione della strategia sin dal 2016. L’elenco delle persone e delle istituzioni coinvolte è riportato di seguito. E vogliamo ringraziare in anticipo tutti coloro che in futuro ci sosterranno e opereranno affinché le attività pianificate abbiano successo a tutto vantaggio del mondo melicolo altoatesino. Collaborando riusciamo a mantenere il nostro territorio un luogo meraviglioso e gettiamo le basi per un futuro ricco di gioia di vivere.

piú [+] meno [-]

Il nostro contributo agli obiettivi globali di sostenibilità (SDGs)

Nel 2015, tutti i Capi di Stato e di Governo che aderiscono all‘ONU hanno sottoscritto e si sono solennemente impegnati ad adottare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Questo impegno unanime è stato ed è finora unico. Il documento è stato titolato: “Trasformare il nostro mondo: l‘Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”. Nel preambolo si legge:

“Siamo decisi a liberare la razza umana dalla tirannia della povertà e vogliamo curare e salvaguardare il nostro pianeta. Siamo determinati a fare i passi audaci e trasformativi che sono urgentemente necessari per portare il mondo sulla strada della sostenibilità e della resilienza. Nell’intraprendere questo viaggio collettivo, promettiamo che nessuno verrà trascurato”.

DALLA PREFAZIONE DELL‘AGENDA UNIVERSALE 2030

L‘Agenda universale 2030 mira a rendere concreti per tutti i diritti dell’uomo e a raggiungere maggior equità, giustizia e autonomia per le donne e per le minoranze. Agenda 2030 fissa 17 grandi obiettivi globali – in inglese Sustainable Development Goals (SDGs). I campi d’azione della nostra strategia sustainapple sono ampiamente conformi ai 17 SDGs:

piú [+] meno [-]

Tre per tre fa… dieci

I nostri 10 pacchetti di misure in sintesi

Inizio 2020
1
Proporre al mondo il modello "Alto Adige" come Sustainability Excellence
In progetta­zione
2
Sviluppare un’economia circolare sovraregionale nella Macroregione Alpina
In progetta­zione
3
Sviluppare innovazione e diversità per la sostenibilità
In progetta­zione
4
Posizionamento della mela come alimento base di rilevanza sistemica
In progetta­zione
5
Far arrivare le mele come ambasciatrici della salute dall'Alto Adige al resto del mondo
In progetta­zione
6
Promuovere e consolidare la famiglia contadina come attore principale in frutticoltura
In progetta­zione
7
Realizzare in concreto un programma progressivo di protezione del clima
In progetta­zione
8
Rafforzare la salute delle piante e costituire aziende modello
In progetta­zione
9
Stimolare la salute del suolo e mantenere vitale l‘acqua
In progetta­zione
10
Meleti ricchi di biodiversità – aumentare in concreto la diversità delle specie
In progetta­zione
Obiettivo 2030

#sustainapple